Precoce, ritardata o retrogada: scopri i disturbi dell’eiaculazione

I rapporti sessuali possono essere compromessi da questi problemi, molto diffusi nella popolazione giovane e adulta. Scopri sintomi, cause e terapie

La diffusione dei disturbi

I disturbi dell’eiaculazione sono molto frequenti. Non solo nella popolazione adulta, ma anche tra i giovani e possono essere di vario tipo. In ordine di diffusione, i problemi più comuni sono l’eiaculazione precoce (27,3%), la riduzione del volume dell’eiaculato (27,6%) e l’eiaculazione ritardata fino all’anorgasmia (4,4%).

Eiaculazione precoce

In chi soffre di eiaculazione precoce, il coito, quindi l’espulsione del liquido seminale avviene, quasi sempre prima, durante o subito dopo la penetrazione. Si tratta del disturbo sessuale maschile più frequente: quasi il 75% degli uomini ne soffre almeno temporaneamente nel corso della vita.

Quali sono le causeAnsia da prestazione, stato inconscio di paura o trauma psicologico. In alcuni pazienti può comparire in seguito all’infiammazione del tratto uro-genitale o per anomalie anatomiche del pene.

Quali sono i sintomi? Eiaculazione prima della penetrazione o in media entro 15-30 secondi da quando questa avviene.

Quali sono le terapieCreme e medicinali da assumere per via orale.

Eiaculazione ritardata

Si tratta di un ritardo involontario dell’eiaculazione, nonostante una stimolazione lunga e adeguata durante il rapporto sessuale. Può essere assoluta (il paziente non riesce mai a eiaculare quando lo desidera) oppure situazionale (dovuta a fattori esterni, come il luogo, il momento o la/il partner).

Quali sono le cause? Raramente ha cause organiche, quindi malattie neurologiche, neuropatie, farmaci (soprattutto antidepressivi). In genere le motivazioni sono psicologiche: esperienze sessuali traumatiche, paura della paternità, di abbandonarsi all’esperienza sessuale, ansia da prestazione o paura di non essere all’altezza

Quali sono i sintomi? Si fa fatica a eiaculare, quindi a raggiungere l’orgasmo, nonostante si stia avendo un rapporto sessuale adeguato.

Quali sono le terapie? Se le cause organiche vengono escluse, uno psicosessuologo cerca di individuare le motivazioni psicologiche o relazionali alla base del disturbo. La terapia è esclusivamente psicologica: il medico cerca di comprendere le cause che scatenano il disturbo e fornisce suggerimenti pratici su comportamenti e pratiche sessuali al paziente

Eiaculazione retrograda

Avviene quando il liquido seminale, invece di passare attraverso l’uretra, fa un percorso a ritroso, raggiungendo la vescica. L’orgasmo resta normale, anche se molti pazienti vivono l’anorgasmia psicologica, cioè non vedendo l’immediata fuoriuscita dello sperma pensano di non poter avere l’orgasmo. Lo sperma viene poi espulso dalla vescica insieme all’urina, che appare di conseguenza molto più densa.

Quali sono le cause? È la conseguenza di una disfunzione del collo vescicale, una struttura muscolare che si trova alla base della prostata. In situazioni normali il collo vescicale si chiude dopo la fuoriuscita del liquido seminale. Quando non si chiude il liquido può fare un percorso inverso o rimanere all’interno della vescica. In genere dipende da traumi fisici o da deficit di carattere neurologico. Una condizione comune è la neuropatia diabetica. Altre cause possono essere interventi chirurgici alla prostata o l’assunzione di farmaci, come ad esempio la tioridazina, gli antipertensivi e gli alfa-bloccanti.

Quali sono i sintomi? Non eiaculare o eiaculare molto poco dopo il coito.

Quali sono le terapie? Il trattamento principale è con farmaci: imipramina e pseudo-efedrina. Da studi recenti il 40% dei pazienti con questi farmaci guarisce. Si può utilizzare anche l’elettroeiaculazione. Qui l’emissione dello sperma è facilitata dall’inserimento di una sonda all’interno del retto, che è in grado di garantire un’adeguata stimolazione alle vescicole seminali.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Problemi di erezione? Tutte le pillole che curano la disfunzione erettile

Vantaggi e rischi del sesso orale

Eiaculazione precoce: ecco lo spray che risolve il problema

Sesso: scoperto l’«interruttore» dell’eiaculazione nel midollo spinale

Chiedi un consulto di Sessuologia