Intersessualità: sai di cosa si tratta?

Non è una malattia, né un orientamento sessuale, né un'identità di genere: scopri cosa significa essere intersessuali

Cos’è l’intersessualità

Con intersessualità si intendono le variazioni fisiche degli elementi del corpo considerati “sessuati”, quindi cromosomi, marker genetici, gonadi, ormoni, organi riproduttivi, genitali, e dell’aspetto somatico del genere di una persona (ad esempio barba e peli). Stando ai dati, circa 30.000.000 persone nel mondo nascono con tratti intersessuati. Si tratta di un numero simile a quello delle persone con i capelli rossi.

Cosa non è l’intersessualità

L’intersessualità non è una malattia, non è un orientamento sessuale e non è un’identità di genere.

Non è una malattia perché nonostante le variazioni fisiche, in genere non ci sono problemi di salute: solo in certe circostanze possono correlarsi dei disturbi, ma è raro. Inoltre le persone intersessuali possono essere eterosessuali, omosessuali, bisessuali, pansessuali, monogame, poli-amorose, asessuali o di qualsiasi altro orientamento sessuale, come tutti. Così come l’essere intersessuali non definisce un’identità di genere specifica: possono essere cis-gender (in sintonia con il genere con cui sono nati) o transgender (con un’identità di genere diversa da quella assegnata alla nascita).

Un percorso spesso difficile

Le persone intersessuali spesso subiscono un’attenzione morbosa verso la loro identità di genere durante l’infanzia e a volte anche degli interventi che ne modificano la forma genitale, ostacolando il loro percorso identitario, soprattutto nel caso in cui avessero voluto cambiare la loro assegnazione di genere.

Medicalizzazione

Chi è intersessuale nasce con caratteri sessuali che non rientrano nelle tipiche distinzioni binarie del corpo maschile o femminile e spesso chi ha queste variazioni biologiche subisce una pesante medicalizzazione. Cosa significa? Significa che il genere delle persone intersessuali, cioè l’essere maschio o femmina, viene reso di competenza medica e questo può essere dannoso. Ripetuti esami o interventi medici possono causare dei traumi e delle difficoltà.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

8 motivi per cui non hai voglia di fare sesso

Eiaculazione precoce: ecco lo spray che risolve il problema

Lo smog danneggia così tanto lo sperma da farci rischiare l’estinzione?

Contraccettivi: ecco come si comportano i giovani

Chiedi un consulto di Sessuologia