Sclerosi multipla: più equilibrio e forza con Nordic Walking e Tai Chi

Pubblicato il: 9 Maggio 2019 alle ore 20:45 Aggiornato il: 9 Maggio 2019
sclerosi multipla

Torna Nordic Tales, il progetto che avvicina le persone con questa patologia neurodegenerativa a discipline sportive che allenano il corpo e fortificano la mente

Da una parte il Nordic Walking, che favorisce resistenza, mobilità e coordinazione, e dall’altra il Tai Chi, che aiuta a migliorare il controllo del corpo e a ridurre stress e ansia: ecco la ricetta di Nordic Tales 2019, il progetto promosso da Sanofi-Genzyme per favorire il benessere psico-fisico delle persone con sclerosi multipla.

Nordic Tales: la camminata come “antidoto” alla sclerosi multipla

L’iniziativa, patrocinata dall’Associazione Italiana Sclerosi Multipla e dalla Scuola Italiana Nordic Walking, ha l’obiettivo di avvicinare gli individui con questa patologia neurodegenerativa, i caregiver, i familiari e gli amici a discipline sportive che allenino il corpo e coniughino l’aspetto fisico a una maggiore consapevolezza di sé. In che modo? Camminando lungo percorsi naturalistici urbani ed extraurbani, seguiti da istruttori qualificati di Nordic Walking.

La novità del 2019: il Tai Chi

A differenza delle edizioni precedenti, incentrate esclusivamente sull’importanza della camminata, resa più stabile e sicura dall’uso di bastoncini, quest’anno l’attenzione si focalizza anche sul Tai Chi, disciplina olistica che coniuga movimenti lenti e gentili a tecniche di meditazione. «Recenti studi hanno confermato che questa attività è in grado non solo di offrire benefici per la pressione sanguigna e la salute cardiovascolare in generale, ma anche di influire sull’equilibrio, la flessibilità, la stabilità anche per le persone con sclerosi multipla» conferma Luigi Lavorgna, Dirigente medico neurologo presso la I Clinica Neurologica dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli.

Sclerosi multipla: ecco tutti i sintomi

Lo studio

«Uno studio pubblicato sull’International Journal of MS Care mostra che, dopo aver seguito un programma di Tai Chi di 6 settimane, il 75% dei pazienti è stato in grado di completare molti esercizi in piedi anziché su una sedia» spiega Lavorgna. «I partecipanti hanno anche mostrato miglioramenti nell’equilibrio, nella resistenza e nella forza muscolare, oltre a percepire meno fatica».

Le tappe della nuova edizione

Le tappe della Nordic Tales 2019 sono 5: si parte l’11 maggio da Villa Doria Pamphilj a
Roma per andare poi a Garbagnate, in provincia di Milano, nel Parco delle Groane, il 18 maggio. Si prosegue a Sestri Levante, in provincia di Genova, dove l’appuntamento è per il 25 maggio nella Baia del Silenzio, per arrivare a Ferrara, al Parco Urbano Giorgio Bassani, l’1 giugno. Si termina a Napoli sul Lungomare Caracciolo, l’8 giugno. Durante ogni tappa, i partecipanti sono seguiti dagli istruttori della Scuola Italiana di Nordic Walking e di Itcca Italia, affiliata italiana dell’International Tai Chi Chuan Association.

Come partecipare

La partecipazione a Nordic Tales è gratuita e aperta a tutti. Tutte le informazioni sulle tappe e le istruzioni per l’iscrizione sono disponibili sulla .

Leggi anche…

Chiedi un consulto di Neurologia