Allergia: 9 consigli per evitare il contatto con i pollini

Pubblicato il: 7 Marzo 2019 alle ore 02:40 Aggiornato il: 7 Marzo 2019

Assosalute spiega come stare alla larga da queste sostanze che, in alcuni casi, possono scatenare riniti, starnuti, asma, bruciore agli occhi

Come evitare il contatto con i pollini

Primavera, tempo di allergie! Con l’innalzamento delle temperature e la fioritura di graminacee, parietaria e betulacee, torna l’incubo peggiore per il 40% degli italiani: i pollini. In presenza di questi allergeni, infatti, molte persone sviluppano reazioni anomale come riniti, starnuti ripetuti, sensazione di naso chiuso, ipersecrezione nasale, irritazione agli occhi e attacchi d’asma. Ecco dunque i 9 consigli di Assosalute, l’Associazione nazionale farmaci di automedicazione che fa parte di Federchimica, per evitare il contatto con i pollini.

Consulta i bollettini

Per prima cosa bisognerebbe consultare regolarmente gli aggiornamenti sulla concentrazione dei pollini presenti nell’aria della propria località di residenza.

Evita passeggiate nella natura

Assosalute suggerisce di evitare gite e passeggiate in campagna o nei parchi nel periodo di fioritura delle piante nocive.

Se c’è il temporale
stai al chiuso

Sarebbe meglio non uscire nelle fasi iniziali di un temporale perché la pioggia facilita la liberazione degli allergeni dai pollini.

Evita di uscire 
in alcuni momenti della giornata

Si consiglia di evitare le ore più calde della giornata e quelle del tardo pomeriggio quando, complice una maggiore concentrazione di elementi inquinanti nell’atmosfera, la qualità dell’aria è peggiore, specie nelle grandi città.

Arieggia l’abitazione

Al mattino presto o alla sera tardi bisogna cambiare l’aria nella propria abitazione, specialmente nelle camere da letto. Viceversa, sarebbe meglio tenere chiuse le finestre nelle ore più calde della giornata, quando la concentrazione dei pollini è maggiore.

Metti sempre gli occhiali da sole

Sempre bene proteggersi utilizzando, ad esempio, occhiali da sole, meglio se avvolgenti, perché permettono di riparare gli occhi soprattutto nelle giornate ventose o se ci si sposta in motorino o in bicicletta.

Niente finestrini aperti in auto

Durante i viaggi in auto evita di tenere i finestrini aperti. Se utilizzi il condizionatore, sarebbe sempre meglio utilizzare un filtro antipolline.

Lava spesso i capelli

Pettinati e lavati frequentemente i capelli. Proprio lì, infatti, possono annidarsi i pollini. Pulisci con cura anche palpebre, ciglia e sopracciglia perché può essere di aiuto per eliminare gli allergeni che si depositano nelle zone oculari e perioculari nel corso della giornata.

Chiedi un consulto di Allergologia