infarto

    Pubblicato il: 14 Dicembre 2015 alle ore 08:20 Aggiornato il: 14 Dicembre 2015

    necrosi del tessuto che costituisce un organo per interruzione, sufficientemente prolungata, del flusso sanguigno arterioso che a esso è destinato. Il cosiddetto infarto bianco si verifica per ischemia di un tessuto, in cui le arterie sono terminali e non esiste possibilità che si instauri un circolo collaterale; può verificarsi nel miocardio, nel rene, nella milza e nel fegato. L’infarto rosso, invece, presenta un aumentato contenuto di sangue, che proviene da vasi collaterali a quello occluso o dalle vene; è frequente nel polmone e nell’intestino e, eccezionalmente, nel fegato.