Terapia sostitutiva in menopausa: la video-guida completa

Carico il video...

A chi è consigliata? Quanto deve durare? Quali sono i benefici? Le controindicazioni? È vero che aumenta il rischio di tumore? Tutte le risposte della professoressa Daniela Mango

Ormoni sì, ormoni no. Per le donne in menopausa è un vero dilemma. Sui giornali si leggono notizie sempre più contraddittorie sulla sicurezza della terapia ormonale sostitutiva, e quando ci si ritrova davanti al medico per decidere, la confusione regna sovrana. Montano le paure, come quella di poter rimanere vittima di un tumore, e così si decide di rifiutare un trattamento che invece potrebbe ridurre il rischio di osteoporosi oltre che sintomi alquanto fastidiosi come le vampate, la secchezza vaginale e i disturbi del sonno.

Un punto fermo

Difficile bilanciare rischi e benefici se non si hanno le giuste informazioni. Un punto chiaro, però, ora lo fissa un ampio  pubblicato su JAMA dal Brigham and Women’s Hospital di Boston: la terapia ormonale sostitutiva (TOS) non aumenta la mortalità nel lungo periodo.

L’iniziativa Menopausa niente paura

Intanto è partita la campagna nazionale di informazione su questo tema promosso da Ymea con il patrocinio della  (S.I.G.O.). Il progetto vero e proprio prenderà il via ad aprile e ha come scopo quello di sensibilizzare le donne sul tema della menopausa, fornire informazioni utili su come affrontarla e offrire risposte ai dubbi più comuni. Nell’ambito di questa iniziativa abbiamo intervistato Daniela Mango, professore associato di Ginecologia e Ostetricia all’Università del Sacro Cuore di Roma.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Menopausa: la terapia ormonale non aumenta la mortalità

Menopausa: la terapia ormonale combatte l’insonnia

Menopausa: la terapia ormonale migliora la sessualità

Menopausa precoce: tofu, legumi e noci abbassano il rischio

Chiedi un consulto di Ginecologia