Pressione: 10 regole per misurarla nel modo giusto

Pubblicato il: 17 Gennaio 2018 alle ore 13:49 Aggiornato il: 26 Febbraio 2019

Dalla posizione del braccio al numero esatto di misurazioni, ecco i consigli per eseguire al meglio questa procedura

Come si misura la pressione

Misurare regolarmente la pressione arteriosa consente di diagnosticare tempestivamente l’ipertensione, che mette in pericolo la salute di cuore e cervello, e di verificare l’efficacia delle terapie intraprese. Per farlo correttamente, basta seguire 10 semplici regole come ci ricorda la  (SIIA). Eccole.

A riposo da 5 minuti

Quando ci si appresta a misurare la pressione bisogna essere a riposo da almeno 5 minuti ed è necessario tranquillizzarsi il più possibile.

La posizione è fondamentale

Bisogna sedersi con la schiena dritta, appoggiata allo schienale, e tenere il braccio (non importa quale venga usato) posizionato sul tavolo, più o meno all’altezza del cuore. L’importante è non muoversi e non parlare durante la misurazione.

Niente fumo né alcol

Nell’ora precedente alla misurazione non si dovrebbe assumere alcolici e bevande contenenti caffeina e teina. Non bisogna fumare da almeno un quarto d’ora ed è necessario non aver mangiato pesantemente o praticato molta attività fisica.

Un bracciale adeguato

Le dimensioni del bracciale di gomma devono essere adeguate al proprio braccio. Nel caso di bambini o di adulti molto magri, è necessario utilizzare bracciali di dimensioni minori di quelle standard, mentre nel caso di persone molto robuste o di pazienti obesi, il bracciale dovrebbe avere una lunghezza superiore.

Fai 2 misurazioni consecutive

Bisogna effettuate almeno due misurazioni consecutive e, se la pressione differisce di molto (per convenzione, in misura maggiore di 5 mmHg) nelle due circostanze, si deve procedere con ulteriori misurazioni fino a che i valori risultino abbastanza stabili.

Apparecchi ad hoc per
alcune persone

Alcune persone, come le donne in gravidanza, i diabetici, gli anziani e gli obesi, dovrebbero misurare la pressione arteriosa presso il proprio medico di famiglia. In caso di misurazione domiciliare, invece, dovrebbero utilizzare apparecchi specificatamente validati.

Ogni quanto misurarla

Nel caso ci fosse un sospetto di ipertensione l’ideale sarebbe misurarla 2 volte al mattino e 2 alla sera, sempre prima di aver mangiato e di aver assunto farmaci.

Annotare i valori

Quando ci si misura la pressione a casa è necessario annotare, subito dopo, alcune informazioni importanti, come la data, l’ora e i valori riscontrati.

Se noti qualcosa di strano
chiama il medico

In caso di valori pressori troppo alti o bassi o di rilevazione di una potenziale fibrillazione atriale (alcuni apparecchi in commercio sono dotati di un algoritmo validato per questa rilevazione), è necessario riferirlo al proprio medico curante.

Fatti aiutare dal medico

Per fugare ogni dubbio è sempre meglio rivolgersi al medico di famiglia, che ti aiuterà a interpretare al meglio i valori pressori.

 

special eipertensione

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Gli sbalzi di pressione pericolosi quanto l’ipertensione

I cibi speziati alleati contro la pressione alta

Pressione bassa? Ecco come la tieni sotto controllo

Pressione alta: sai cosa mangiare e cosa evitare?

Chiedi un consulto di Cardiologia