Donne e dolore: non facciamo le eroine

Carico il video...

Quanti anlgesici si possono prendere al mese? E quando è necessario rivolgersi a uno specialista? Ecco il consiglio dell'esperta in occasione della Festa della Donna

Mal di testa, stress, gonfiore associato a disturbi gastrointestinali, dolori mestruali. Il 91,5% delle donne, secondo una recente indagine , si ritrova a fare i conti con lievi malesseri ricorrenti. Per risolverli il 58% delle donne ricorre a farmaci di automedicazione (antinfiammatori, antidolorifici, antimicotici, sedativi o antivirali per uso topico), il 41% si mette a riposo e il 31,5% si affida ai rimedi della nonna (ad esempio, la borsa dell’acqua calda).

Come si allevia il dolore

Abituate a gestire i malessere di se stesse e dell’intera famiglia, le donne tendono a fare tutto in autonomia, basandosi sui consigli del farmacisti (il 29%) o sulle conoscenze sviluppate per esperienza (il 50%). Solo una donna su dieci aspetta che il disturbo passi senza confrontarsi con nessuno.

Il consiglio dell’esperta

Aspettare che il dolore scompaia continuando a lavorare e a svolgere la solita routine quotidiana, però, non va bene. Nella videointervista l’esperta Rossella Nappi, professore Ordinario di Clinica Ostetrica e Ginecologica IRCCS Policlinico San Matteo dell’Università di Pavia, ricorda che non bisogna andare oltre i dieci analgesici al mese e che è bene rivolgersi a uno specialista se il dolore si ripresenta in modo persistente.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Il tuo compagno capisce quando e perché stai male?

Perdite vaginali con cattivo odore: cause e cure

Pillola: è vero che fa venire il tumore o fa ingrassare?

Contraccettivi: conosci l’impianto sottocutaneo?


  • L’aerosol è uno strumento utilizzato principalmente per la cura di […]

  • Con il termine “anallergico” si intende un prodotto realizzato con […]

  • È un insieme di esami radiologici che consente di esaminare i vasi […]

  • L’anisakiasi, o anisakidosi, è la condizione provocata […]

Pubblicato il: 6 Marzo 2018 Aggiornato il: 7 Marzo 2018
Chiedi un consulto di Ginecologia