Cura dell’epilessia: quali sono le alternative quando i farmaci non funzionano?

Carico il video...

Nel 30% dei casi gli antiepilettici non funzionano e molti pazienti si ritrovano privi di cura: l'esperto spiega quali sono le altre terapie

La cura dell’epilessia con i farmaci antipilettici disponibili (oggi in tutto una ventina) sono efficaci nel 70% circa dei pazienti. Il rimanente 30% non risponde a nessuna delle terapie attualmente disponibili ed è, quindi, privo di cura.

La ricerca sull’epilessia

Gli investimenti pubblici e privati nella ricerca sull’epilessia sono molto inferiori a quelli destinati alla ricerca su altre malattie neurologiche. Uno studio di qualche anno fa, condotto negli Stati Uniti d’America da due organizzazioni di pazienti epilettici, (Citizen United for Research in Epilepsy) ed , ha dimostrato che gli investimenti nella ricerca sull’epilessia sono inferiori di un oltre un sesto rispetto a quelli in altre malattie neurologiche, come la malattia di Alzheimer, l’autismo e la malattia di Parkinson.

Terapie alternative

Ma quali sono le strade alternative per i pazienti privi di cura? Dalla chirurgia all’alimentazione, l’esperto Oriano Mecarelli, dipartimento di Neurologia e Psichiatria Università La Sapienza di Roma, nella videointervista spiega quali sono le possibilità a disposizione.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Epilessia: i luoghi comuni più diffusi

Ictus ed epilessia nascono nell’intestino?

Cosa può scatenare una crisi epilettica?

Curare la fibromialgia: quali sono le terapie disponibili?

Pubblicato il: 5 Marzo 2018 Aggiornato il: 5 Marzo 2018
Chiedi un consulto di Neurologia