BPCO: cosa succede se non viene curata?

Carico il video...

Lo pneumologo Francesco Blasi spiega cosa accade se un individuo sottovaluta la sintomatologia di questa patologia o non aderisce alla terapia prescritta

La BPCO è una malattia cronica dell’apparato respiratorio. Nel 90% dei casi è causata dal fumo di sigaretta, che svolge un’azione infiammatoria sui bronchi e distrugge il tessuto polmonare, provocando a lungo andare ostruzione delle vie aeree. Questa condizione si manifesta con affanno e tosse accompagnata da catarro, che impediscono all’individuo di respirare normalmente. Ma cosa succede se questa patologia non viene curata? Lo spiega Francesco Blasi, Professore ordinario di Malattie Respiratorie dell’Università degli Studi di Milano e Presidente del Centro Studi della Società Italiana di Pneumologia (SIP), nella nostra videointervista.

Chiara Caretoni

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

BPCO: di cosa si tratta esattamente?

Il fumo di sigaretta può causare la BPCO?

BPCO: tutti i campanelli d’allarme

BPCO: ecco come si può curare




  • Gli antistaminici, che possono essere presi sotto forma di compresse, capsule, […]

  • È un insieme di esami radiologici che consente di esaminare i vasi […]

  • L’adenovirosi è una malattia infettiva contagiosa che colpisce le […]

  • Gli acari sono una sottoclasse degli “aracnidi” e sono […]

Pubblicato il: 5 Novembre 2018 Aggiornato il: 7 Novembre 2018
Chiedi un consulto di Pneumologia