Influenza: i siti più affidabili per cercare informazioni

Non basta digitare le parole «influenza», «tosse», «raffreddore»: in questo modo si rischia di essere sommersi da siti inutili e fasulli. Ecco dove reperire le info e news attendibili e aggiornate

I siti più affidabili

Per avere informazioni accurate e sempre aggiornate sull’influenza stagionale ci si può affidare al web ma è importante conoscere i luoghi giusti. «La prima regola fondamentale, infatti, è affidarsi solo a siti e App istituzionali o di società scientifiche, che forniscono informazioni validate e affidabili. Il problema, però, è che non sono sempre di facile accesso per i non addetti ai lavori», spiega Eugenio Santoro, responsabile del laboratorio di informatica medica presso il Dipartimento di salute pubblica dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano. Dunque, scaldate i pollici e teneteli pronti sullo schermo del telefonino: scopriamo con l’esperto quali siti visitare in sicurezza.

Ministero della Salute

Per chi vuole andare a colpo sicuro, il è una certezza: dalla homepage si può accedere direttamente alla sezione dedicata all’influenza, che nei mesi del picco viene aggiornata praticamente ogni giorno. Al suo interno possiamo trovare ogni genere di materiale: testi, video, infografiche e brochure che rispondono a ogni genere di curiosità. «Ci sono notizie aggiornate, gli ultimi bollettini sulla diffusione del virus, i consigli per prevenire il contagio, le informazioni sulla vaccinazione, sull’uso dei farmaci sintomatici e quelli antivirali», racconta Santoro. «Altri siti altrettanto utili sono quelli delle società scientifiche», come il sito dei  e , sempre in prima linea contro i virus di stagione.

InfluNet

Il , gestito dall’Istituto superiore di sanità (Iss), «è un ottimo strumento per conoscere la diffusione dei virus influenzali, con un bollettino settimanale che descrive la situazione regione per regione», spiega l’esperto del Mario Negri. «A fornire le informazioni aggiornate sono i medici “sentinella” sul territorio, ovvero medici di famiglia e pediatri scelti a campione, che riferiscono il numero di casi di sindrome influenzale verificatisi tra i loro assistiti. Grazie a questi dati, gli esperti dell’Iss elaborano bollettini e cartine colorate che permettono di sapere quanti casi di influenza si concentrano in una determinata area geografica e quali fasce d’età sono più colpite. Si possono consultare anche grafici con le curve che descrivono la diffusione del virus e che permettono di fare confronti con gli anni precedenti, per vedere se il picco è avvenuto in anticipo o ritardo».

InfluWeb

Nato tra Olanda e Belgio 15 anni fa, si è rapidamente diffuso in tutta Europa approdando in Italia nel 2008. Si tratta di un grande progetto scientifico a partecipazione volontaria che mira a raccogliere i dati sull’epidemia influenzale direttamente dagli utenti della Rete. In pratica tutti noi possiamo diventare «sentinelle anti-influenza»: basta registrarsi al sito o scaricare gratuitamente l’App sullo smartphone. «Questa piattaforma in Italia conta già 5.000 iscritti, che ogni settimana rispondono in forma anonima a un veloce questionario descrivendo il loro stato di salute e gli eventuali sintomi», afferma Santoro. «I dati così raccolti vengono rielaborati per creare mappe che descrivono la diffusione dell’influenza sul territorio»: basta zoomare sulla propria città per scoprire se siamo «circondati». Diversi studi confermano la validità di questo sistema di sorveglianza partecipata: «Se confrontiamo le curve epidemiche di InfluWeb con quelle (scientificamente più valide) di InfluNet, si nota una buona corrispondenza», rassicura l’esperto del Mario Negri.

Dottoremaeveroche

Il portale della Fnomceo (Federazione nazionale degli ordini dei medici e degli odontoiatri), chiamato , sviluppato per lottare contro le bufale in ambito medico, non ha una sezione dedicata appositamente all’influenza stagionale, ma cercando nel motore di ricerca interno la parola «influenza» si viene indirizzati verso schede che smascherano le false credenze che negli anni si sono diffuse su questo tema.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Vaccino Antinfluenzale 2019: ecco tutto quello che devi sapere

Influenza: ecco i 5 falsi miti che resistono nel web

Influenza: come distingerla dagli altri malanni di stagione?

Influenza: cosa dobbiamo aspettarci quest’anno?

 

Chiedi un consulto