Certificati sport devono poter essere rilasciati da tutti i medici

Pubblicato il: 8 Maggio 2018 alle ore 21:20 Aggiornato il: 8 Maggio 2018
Certificati per lo sport

L'Antitrust chiede che vengano superati i limiti di legge che prevedono che siano solo il medico di base, quello dello sport e il pediatra a rilasciare i certificati per fare attività fisica non agonistica. In questo modo ci sarebbero benefici anche economici per i pazienti

Tutti i medici devono poter rilasciare la certificazione per l’idoneità alla pratica di
attività sportiva di tipo non agonistico. È questa la richiesta dell’Autorità Garante della
Concorrenza e del Mercato, che interviene sui limiti di legge.

Cosa prevede la legge oggi 

La normativa vigente, che risale al 2013, prevede che i certificati per l’attività sportiva non agonistica siano rilasciati dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dal medico specialista in medicina dello sport.

Solo tre categorie possono rilasciare questi certificati 

Quindi allo stato attuale solo il medico di famiglia, il medico dello sport e il pediatra può rilasciare questi tipi di certificati, che sono richiesti a chiunque voglia fare un’attività fisica.

Legge che non ha giustificazioni nella realtà 

L’Autorità Garante ha spiegato come questa norma sia ingiustificatamente restrittive della concorrenza tra professionisti medici, in quanto idonee a determinare una riserva in favore solo di alcune categorie di medici in relazione a un’attività – quale quella del rilascio di certificati medici non agonistici – che, per quanto circoscritta, è comunque svolta a titolo oneroso per il paziente.

Benefici anche economici per i pazienti 

Secondo l’Autorità una maggiore concorrenza tra medici nella fornitura di tale prestazione professionale potrebbe portare a un significativo ampliamento delle possibilità di scelta da parte del paziente in merito al professionista cui rivolgersi, nonché a significativi benefici sotto il profilo dei costi sostenuti dal paziente.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Italiani sempre più insoddisfatti dei medici di famiglia

I medici reali battono quelli virtuali 2-0

Il video dei medici per una sanità più vicina ai pazienti

Rivoluzione medici di famiglia: assistenza 16 ore al giorno, 7 giorni su 7





Chiedi un consulto