Mal di pancia e dissenteria: ecco come tenerli a bada

L'influenza intestinale ha colpito anche te? Niente paura: con dieta, idratazione e probiotici si guarisce prima

Influenza intestinale

Alcuni sintomi sono simili a quelli dell’influenza: malessere generale, dolori articolari, nausea, qualche linea di febbre, mal di testa. La gastroenterite virale è però caratterizzata dalla comparsa di dissenteria, perché i virus, anziché colpire l’apparato respiratorio, prendono di mira l’intestino. Nella maggior parte dei casi il disturbo si risolve  spontaneamente nel giro di pochi giorni.

Aspetta con gli antidiarroici

Conviene però prendere semplici precauzioni per ridurre sintomi e prevenire complicazioni. Per esempio, è sconsigliabile l’assunzione immediata di un antidiarroico: bisogna invece permettere all’organismo di scaricare con abbondanza le feci per almeno 8-12 ore.

Attento a ciò che mangi

Importante bere di frequente a piccoli sorsi acqua a temperatura ambiente per evitare la disidratazione e seguire una dieta leggera a base di riso, patate, pane, banane, evitando cibi grassi, té (concesso il deteinato), caffè e sport drink (normalmente iperosmotici).

Assumi probiotici

Fondamentale il riposo e l’assunzione di probiotici con presenza di FOS (fruttooligosaccaridi, ovvero fibre indigeribili che arrivano pressoché integre fino al colon), che svolgono una doppia azione: i primi rinforzano i batteri buoni intestinali (microbioma) che difendono l’organismo anche dai virus, i secondi garantiscono lo sviluppo del microbioma stesso e favoriscono la consistenza delle feci, rallentando le scariche diarroiche.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Vaccino Antinfluenzale 2019: ecco tutto quello che devi sapere

Influenza gastrointestinale: cosa mangiare ed evitare

Influenza intestinale: 7 consigli per guarire prima

Influenza: come distingerla dagli altri malanni di stagione?

 

Chiedi un consulto di Gastroenterologia