6 esami da fare dopo i 40 anni

Pubblicato il: 4 Dicembre 2018 alle ore 21:37 Aggiornato il: 4 Dicembre 2018

Le persone over 40 dovrebbero sottoporsi a screening di controllo almeno ogni due anni. Ecco quali esami bisognerebbe fare

Over 40: gli esami importanti

Avete oltrepassato la soglia dei 40 anni e siete molto attenti alla vostra salute? Ricordatevi che fino alla cinquantina è necessario sottoporsi a un check-up con cadenza biennale. Questo serve affinché si possa individuare tempestivamente una patologia o monitorare eventuali malattie già in corso. Ma quali sono gli esami importanti ai quali sottoporsi?

Elettrocardiogramma

Le persone over 40 dovrebbero sicuramente sottoporsi a un elettrocardiogramma che registra l’attività elettrica del cuore. Grazie a questo esame diagnostico, veloce, indolore ed eseguito “a riposo”, è possibile individuare eventuali patologie cardiache o aritmie. Per gli sportivi si consiglia di fare anche un elettrocardiogramma sotto sforzo, che monitora l’attività del muscolo mentre l’individuo cammina (o corre) su un tapis roulant o pedala sulla cyclette.

Ecocolordoppler

L’ecocolordoppler è consigliato perché, attraverso la visualizzazione dei principali vasi sanguigni, consente di individuare o monitorare le malattie  vascolari (come aneurismi e trombosi) o le lesioni aterosclerotiche.

Colonscopia 

La colonscopia è una tecnica diagnostica che permette di esaminare le superfici del colon, attraverso l’inserimento nell’ano di un sondino endoscopico a fibre ottiche con telecamera. Si tratta di un esame particolarmente importante per lo screening dei tumori del colon-retto, specialmente in quelle persone che presentano una familiarità per questa patologia, ed è utile per l’individuazione di infiammazioni ed eventuali polipi. Nel caso in cui durante l’esame lo specialista dovesse riscontrare delle lesioni sospette può decidere di eseguire anche una biopsia.

Lastra del torace

Da non sottovalutare l’esame radiografico del torace che, mediante l’utilizzo di raggi X, permette di individuare patologie infettive del polmone (come polmoniti, pleuriti, broncopolmoniti, ecc), versamenti pleurici, malattie autoimmuni e lesioni neoplastiche.

Mammografia ed ecografia mammaria

Tra i 40 e i 50 anni tutte le donne dovrebbero sottoporsi sia a una visita senologica, che consiste nell’esame clinico completo del seno, sia a un’ecografia mammaria. Entrambe andrebbero svolte una volta all’anno. In questa fascia d’età bisognerebbe iniziare ad associare anche la mammografia, da eseguire anch’essa una volta all’anno.

Visita urologica e PSA

È fondamentale che verso i 50 anni gli uomini si sottopongano a una visita annuale dall’urologo. Gli esami di screening sono l’esplorazione rettale (DRE) e l’esame del PSA (Antigene Prostatico Specifico), che consiste in un prelievo del sangue per verificare il livello ematico di questa sostanza prodotta dalla ghiandola prostatica. Se il medico, in base alla cinetica (le variazioni) del Psa sospetta un tumore, prescrive una biopsia della prostata.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Esami e terapie che possono essere inutili

Tumore al seno: gli esami da fare tra i 40 e i 50 anni

Prevenzione: ecco gli esami da fare dopo i 40

5 test del sangue da fare dopo i 50 anni

 

 





Chiedi un consulto di Medicina interna