5 attività ideali per tenere alla larga i dolori invernali

Combattere gli acciacchi di questo periodo si può, anche andando in palestra o in piscina. Ecco quali sono le discipline migliori per alleviare i sintomi e migliorare la postura

Addio acciacchi!

Come in molti casi, anche in quello degli acciacchi invernali è meglio giocare d’anticipo, sia per prevenirne la comparsa sia per evitare che si ripresentino dopo essere stati messi ko. Frequentare con regolarità una palestra o una piscina è il modo migliore per tenerli alla larga. Non tutte le attività, però, sono utili. Ecco le discipline più adatte, da praticare affidandosi a istruttori qualificati, che possano di volta in volta consigliarti gli esercizi che fanno al caso tuo.

Aquagym

Gli esercizi tonificano tutta la muscolatura senza sottoporla a un eccessivo carico. L’importante è essere immersi dentro l’acqua fino al collo e non sforzarsi troppo, altrimenti i dolori, anziché migliorare, potrebbero peggiorare. Da praticare due, tre volte alla settimana.

Stretching

In inglese significa “allungamento, stiramento”. Consiste in una serie di esercizi finalizzati al miglioramento muscolare, che coinvolgono, oltre ai muscoli, anche tendini e articolazioni. Lo stretching riduce la tensione e promuove la flessibilità. Può bastare una lezione di un’ora una volta alla settimana per prevenire le contratture.

Nuoto

Anche il nuoto può giovare, perché l’acqua sostiene il peso corporeo e non sovraccarica i muscoli, garantendo anche una sensazione di benessere generale. Il consiglio è quello di nuotare nello stile che preferisci, evitando di strafare: basta mezz’ora due volte alla settimana per ottenere benefici.

Pilates

È una forma di ginnastica ideata dall’insegnante tedesco Joseph Pilates all’inizio del Novecento per la riabilitazione degli infortuni. Attualmente il programma di allenamento è costituito da oltre 500 esercizi ed è un toccasana per la muscolatura, che diventa più flessibile e più coordinata. Le lezioni vengono eseguite a corpo libero o con l’ausilio di appositi strumenti e possono essere accompagnate da melodie rilassanti. Da praticare con costanza, un paio di volte alla settimana, meglio se in piccoli gruppi omogenei (non più di 10 persone) o addirittura individualmente.

Tai Chi

È un’antica arte marziale cinese che consiste nell’esecuzione di una sequenza di movimenti che riproducono, al rallentatore, un combattimento con un avversario immaginario. Gli esercizi, semplici e a corpo libero, consentono di aumentare la flessibilità, di tonificare la muscolatura, di migliorare la postura con grandi benefici per schiena, spalle, collo, anche. E il coordinamento tra respiro e mosse ha un effetto antistress. È consigliabile la pratica costante di almeno due o tre sedute alla settimana.

Le 10 regole per evitare dolori muscolari

Combatti i dolori cervicali con lo yoga

L’artiglio del diavolo funziona davvero contro dolori e infiammazioni?

Freddo: 10 consigli per tutelare la salute

 




  • Si tratta di una malattia poco comune. Colpisce infatti 0,3 donne ogni 100.000. […]

  • L’afta rappresenta l’espressione clinica della stomatite aftosa […]

  • Questo termine non scientifico viene utilizzato per indicare il periodo della […]

  • Si parla di allergia quando il sistema immunitario di una persona reagisce nei […]

Pubblicato il: 4 Gennaio 2019 Aggiornato il: 4 Gennaio 2019
Chiedi un consulto