L’obesità invecchia il cervello di 10 anni

Pubblicato il: 8 Agosto 2016 alle ore 05:11 Aggiornato il: 5 Ottobre 2016

Nelle persone di mezza età in forte sovrappeso il volume del cervello diminuisce molto più rapidamente. Ora i ricercatori vogliono capire se questi cambiamenti possano essere reversibili con la perdita di peso

Il cervello di un uomo o di una donna di mezza età e obesi ha le stesse caratteristiche di quello di una persona di dieci anni più anziana che non è in sovrappeso. dell’Università di Cambridge, pubblicata sulla rivista scientifica the journal of Neurobiology of Aging.

In Italia gli obesi sono ormai il 10% della popolazione, mentre oltre il 40 è in sovrappeso, con un costo sociale di 9 miliardi ogni anno. In totale sul pianeta ci sono 600 milioni di obesi e quasi 2 miliardi di persone in sovrappeso. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ne parla come della principale minaccia alla salute umana.

Già si sapeva che l’obesità innalza il rischio di contrarre molti problemi di salute, tra i quali quelli cardiovascolari, il diabete di tipo 2 e alcuni tumori. Ma ora i ricercatori inglesi hanno evidenziato che ci sono conseguenze negative anche sul cervello. In particolare può accelerare la riduzione del volume del nostro cervello, che è un effetto tipico dell’invecchiamento. (Scopri qui tutte le regole per mantenere il tuo cervello giovane)

Per raggiungere i loro risultati gli esperti hanno analizzato i dati di 473 persone sane che avevano un’età compresa tra i 20 e gli 87 anni. I volontari sono stati poi suddivisi a seconda del loro indice di massa corporea: 246 erano magri, 150 sovrappeso e 77 obesi. Per verificare la condizione del loro cervello le persone sono state sottoposte a risonanza magnetica.

Confrontandoli con quelli magri, coloro che erano sovrappeso o obesi presentavano un volume del cervello significativamente minore. Queste differenze si osservano però solo dalla mezza età in poi, suggerendo che il nostro cervello sia particolarmente vulnerabile una volta raggiunta questa fase della vita.
Ora i ricercatori vogliono capire se questi cambiamenti possano essere reversibili con la perdita di peso.

Francesco Bianco

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Cervello giovane? Prova con una dieta variegata

Giornata Mondiale del Cervello: tutte le regole per la prevenzione

Will Smith: «Tremo per il cervello dei miei figli»

Gli hobby hanno un effetto “anti-aging” sul cervello





Chiedi un consulto di Neurologia