Giornata dell’Acqua: i 10 segnali che non bevi abbastanza

Pubblicato il: 22 Marzo 2016 alle ore 21:08 Aggiornato il: 6 Settembre 2016

Il rischio di disidratazione è più alto ma alcuni segnali come confusione e crampi muscolari segnalano quando è il momento di assumere liquidi, quindi di bere acqua e riportare il corpo al giusto grado di idratazione

Giornata dell’Acqua

Almeno 2 litri di acqua al giorno, da bere senza aspettare che lo stimolo della sete ci ricordi di farlo: è questo il promemoria degli esperti che, come ogni estate, torna alla ribalta per non rischiare colpi di calore e disidratazione. Ma la quantità realmente necessaria all’organismo, costituito da due terzi di acqua, è strettamente personale e dipende anche da stile di vita, età, attività fisica praticata, alimentazione. Quando le temperature si impennano si perdono 2-3 litri di acqua attraverso sudore e urine, molti di più quando si fa sport oppure si è in viaggio, con l’aria condizionata dell’aereo o dell’automobile che accelera il processo di disidratazione.

Come accorgerci se stiamo bevendo abbastanza per mantenere il fisico in equilibrio? In generale, basta mettere in pratica alcune regole d’oro e semplici da ricordare: portare in tavola alimenti ricchi di acqua come frutta e verdura succose (il 20 per cento dell’apporto idrico giornaliero arriva proprio dal cibo), avere sempre con sé una bottiglietta d’acqua specie se si viaggia, non eccedere con gli alcolici che favoriscono la perdita di liquidi, bere a intervalli regolari.

I ritmi quotidiani, però, possono farci dimenticare di bere a sufficienza. Basta perdere l’1,5 per cento di acqua dall’organismo per raggiungere un lieve stadio di disidratazione, con la comparsa dei primi sintomi. La sete è solo l’ultimo di una serie di spie che segnalano al corpo di reintegrare i liquidi per evitare guai: ecco quali sono.

1. Alito cattivo

La saliva ha proprietà antibatteriche: diminuisce quando si è disidratati così i batteri proliferano nella bocca

2 Voglia di zuccheri

Soprattutto quando ci si allena in stato di lieve disidratazione: le scorte di zuccheri dell’organismo sono ‘bruciate’ e aumenta la fame

3 Vista annebbiata e confusione

Con la disidratazione diminuisce l’apporto di sangue al cervello peggiorando memoria e prestazioni cognitive

4 Poca energia

Anche i muscoli soffrono: una perdita idrica del 2 per cento diminuisce del 10 per cento la prestazione atletica e compaiono anche i crampi

5 Urine scure

Incolori o giallo paglierino e inodori: la pipì dev’essere così. Quando troppo scura, perché concentrata, è una spia di disidratazione

6 Pelle secca

L’acqua è più efficace delle creme idratanti: per avere pelle morbida, il primo passo è idratarsi ‘dall’interno’

7 Umore nero

La disidratazione incide sull’emotività: pochi liquidi possono scatenare sbalzi d’umore, soprattutto nelle donne

8 Distratti alla guida

Come l’alcol, ha effetto ‘sbronza’: raddoppiano i rischi al volante quando si è poco idratati

9 Mal di testa

La disidratazione agisce sui livelli di serotonina e sulla microcircolazione nel cervello, entrambi fonte di emicrania

10 Costipazione

Una sufficiente quantità giornaliera di acqua serve al colon per funzionare bene: con la disidratazione compare la stitichezza

 





Chiedi un consulto di Nefrologia