Natale, cani e gatti: consigli per il loro benessere

Dagli avanzi che possono finire nelle loro ciotole ai botti di Capodanno che li stressano, ecco cosa fare per la salute e la sicurezza di cani e gatti

Feste a quattro zampe

Dagli antipasti ai dolci, passando per i primi, i secondi e gli sfiziosi contorni, sulle tavole delle nostre feste ci sarà davvero di tutto. E sotto il tavolo, accucciato a guardarci ci sarà forse anche il nostro cane, speranzoso di ricevere qualcosa di gustoso e diverso dalle solite scatolette e croccantini. Il gatto, invece, potrebbe essere appostato sotto l’albero di Natale intento a giocare con le palline e i fili delle luci. E che dire dei botti della notte di Capodanno, di cui i nostri amici a quattro zampe sono terrorizzati? Ecco qualche pratico consiglio su come affrontare le festività natalizie con i nostri cani e i nostri gatti, garantendo il loro e il nostro benessere.

No agli avanzi

Qualche strappo alla solita dieta è concesso se limitato a un boccone extra, ma attenzione a non dare al vostro animale domestico qualsiasi avanzo: se è vero che alcuni sono innocui, come un pezzo di pane secco o frutta e verdura cruda, altri andrebbero assolutamente evitati, in particolare quelli molto conditi, speziati o piccanti.

«Il tipo di avanzo meno dannoso per un cane – spiega la veterinaria nutrizionista Barbara Tonini – è un alimento privo di condimenti e non salato, meglio se bollito o scottato in padella. Quello che avanza nei nostri piatti è cucinato per soddisfare le nostre esigenze nutrizionali e i nostri gusti, quindi è quasi sempre molto condito e non facilmente digeribile dai cani. Per questo motivo, gli avanzi della tavola sono quasi sempre sconsigliati».

Tra gli alimenti che non dovrebbero mai essere allungati sotto il tavolo al nostro cane o gatto ci sono i dolci, le noci, la frutta secca, l’uvetta e gli ossicini che, sopratutto se cotti, possono essere molto pericolosi. «Un cane abituato a mangiare croccantini, nel momento in cui si trova di fronte a una bistecca con l’osso è probabile che la mandi giù velocemente senza frantumarla e masticarla bene. Se l’osso viene ingerito intero, può causare perforazioni oppure bloccarsi nell’intestino, nello stomaco o peggio ancora a livello esofageo. Nel caso in cui il cane non riesca ad eliminarlo naturalmente, l’unica soluzione è intervenire chirurgicamente» spiega l’esperta. Qui puoi trovare altri consigli sull’alimentazione del cane, in questo articolo altrettanti sul gatto.

Vietati i dolci

Al primo posto degli alimenti vietatissimi per cani e gatti ci sono i dolci, soprattutto quelli natalizi come il panettone tempestato di uvetta. Perché? «Il cioccolato fondente o amaro, per esempio, è ricco di metilxantine, delle sostanze che provocano una sintomatologia eccitatoria che può diventare convulsiva» spiega Tonini. «Se un cane di 5 kg assume 50 grammi di fondente può avere dei sintomi neurologici anche fatali. Per quello amaro ne bastano anche 15 grammi, quasi un cucchiaio da minestra».

Un’altra sostanza tossica presente nei dolci è lo xilitolo, contenuto per esempio nelle caramelle, nelle cicche e nelle torte da forno. In questo caso «l’assunzione può causare insufficienza epatica e ipoglicemica, in quanto lo xilitolo interferisce con l’insulina». Per quanto riguarda tutte le altre tipologie di dolce, «non provocano tossicità, ma non c’è nessuna necessità di somministrare ai nostri cani e gatti zuccheri semplici e grassi saturi che apportano solo calorie in eccesso e sovraccaricano il loro metabolismo epatico» conclude Tonini.

I botti sono pericolosi

Mentre noi li amiamo e sono un “must” nela notte di Capodanno, i nostri animali sono terrorizzati dai botti e dai fuochi d’artificio perché provocano in loro ansia, stress e paura. Anche se cani e gatti domestici sono quasi sempre al sicuro grazie alle attenzioni dei loro padroni, ogni anno muoiono almeno 5.000 animali a causa dei botti di fine anno, la maggior parte appartenente alla fauna selvatica.

Nonostante questo, i rischi sono reali per tutti (anche per gli uomini). A Capodanno assicurati che il tuo amico a quattro zampe non sia in giardino o in giro da solo e nella notte tieni chiuse le finestre per attutire i rumori dei botti. Qui puoi trovare alcuni consigli pratici per aiutare i nostri animali domestici, in particolare i cani, a vivere meglio queste situazioni.

Attenti agli addobbi

Le decorazioni natalizie attraggono molto l’attenzione di cani e gatti, ma giocare con alcuni oggetti può essere un pericolo, soprattutto perché molti sono collegati alla corrente o possono diventare taglienti.

Ecco qualche consiglio per evitare che il vostro amico a quattro zampe si faccia male: tieni fuori dalla loro portata le decorazioni dell’albero di Natale, specie palline in vetro o in plastica dura (mettile più in alto che puoi), i cavi delle luci, i nastri e i fiocchi dei regali (i gatti, che amano giocarci, potrebbero ingerirli), il polistirolo, i gancetti per le decorazioni, le candele accese incustodite e la neve artificiale.

In vacanza con voi

Se decidete di portare il vostro cane o il vostro gatto in vacanza con voi, assicuratevi che la struttura in cui andrete accolga anche gli animali. Accertatevi di avere i suoi documenti in regola, in particolare passaporto e libretto veterinario, e informatevi sugli obblighi sanitari del luogo di villeggiatura.

Se viaggiate in auto, in Italia l’art. 169 del codice della strada consente di portare liberamente in macchina un cane o un gatto (o un numero superiore di animali) purché custoditi nell’apposita gabbia o contenitore, oppure nel baule, ma diviso dall’abitacolo da una rete. Se non rispettate queste regole, potreste incorrere in una sanzione che va dai 68,5 ai 275,10 euro, a cui si aggiunge anche il decurtamento di 1 punto dalla patente.

Per il benessere del cane e del gatto durante il viaggio, invece, ricordate sempre di portare acqua a sufficienza per dar loro da bere, che ci sia ricircolo d’aria ed evitate di dargli da mangiare prima della partenza. Se non viaggiate in macchina, invece, leggete i regolamenti delle compagnie aeree, marittime e ferroviarie per non avere problemi.

Regalateli solo se sono desiderati

Un cucciolo non è un peluche, quindi non regalatelo se non siete prima d’accordo con la famiglia o se non siete sicuri che chi lo riceverà se ne prenderà cura nel modo giusto. Regalare un animale a Natale deve essere una scelta responsabile e consapevole: molti animali ricevuti in regalo, infatti, vengono poi abbandonati durante l’estate, quando l’entusiasmo dei primi giorni è sfumato e le persone non sanno a chi affidarli per le vacanze al mare o in montagna. Infine, nessun animale da compagnia deve essere venduto ai minori di 16 anni senza il consenso dei genitori o di altre persone che esercitano la responsabilità parentale.

Malattie mentali: animali domestici? Sono il sostegno ideale

Hai cani o gatti? Attento alle infezioni che possono trasmettere

I cani ricordano tutto quello che facciamo

Diabete in cani e gatti: attenzione ai campanelli d’allarme




  • L’alveolite è un processo infiammatorio che colpisce l’osso […]

  • La Sindrome da Distress Respiratorio Acuto (ARDS) è una patologia che […]

  • Si parla di allergia quando il sistema immunitario di una persona reagisce nei […]

  • È una malattia professionale che colpisce i polmoni, che diventano […]

Pubblicato il: 21 Dicembre 2016 Aggiornato il: 19 Dicembre 2018
Chiedi un consulto