Ecco come l’attività fisica migliora l’intestino

Attività fisica migliora l'intestino

Sono molti i benefici di fare esercizio fisico. Le ultime ricerche dimostrano che sia in grado di migliorare la flora batterica dell'intestino, anche se cambiamenti di dieta

Due studi recenti dimostrano che l’esercizio fisico modifichi la flora batterica del nostro intestino, senza alcun cambiamento nell’alimentazione. I test fatti durante queste ricerche hanno scoperto che l’attività fisica può favorire la produzione di grassi acidi che riducono l’infiammazione e tengono in salute l’intestino. Già studi precedenti avevano rivelato come l’attività fisica abbassi i livelli di infiammazione

La nuova ricerca finlandese 

Ora un nuovo studio si concentra sugli effetti degli sport di resistenza sul microbiota. sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Frontiers in Microbiology. La ricerca è stata condotta dall’Istituto di Biomedicina all’Università di Turku in Finlandia.

Il potere dell’attività fisica

Il team di ricerca ha messo a punto un programma di sei settimane di allenamento di resistenza in bicicletta, che prevede 3 sessioni alla settimana. I volontari erano in sovrappeso e sedentari, ma in buono stato di salute e non hanno cambiato nulla della loro vita a parte l’esercizio. Prima della partenza del test è stata analizzata la composizione e la funzione del microbiota dei partecipanti.

I risultati 

Alla fine del programma i ricercatori hanno scoperto una diminuzione dei cosiddetti proteobatteri, che sono agenti patogeni parassiti, come l’Escherichia Coli, e un aumento dei batteri Akkermansia, che hanno effetti positivi sulla nostra salute.

Effetti sulla salute cardiometabolica

Anche il colesterolo diminuisce in riposta all’esercizio. In questo modo scendono anche i rischi cardiovascolari.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Troppa palestra? Rischi il flop sotto le lenzuola

Livelli alti di infiammazione? Ecco cosa devi fare

Sport e idratazione: bere troppa acqua quando si fa attività fisica può essere pericoloso

Alzheimer: poca tv, attività fisica e alimentazione sana

 

Chiedi un consulto