Denti del cane: 5 regole per mantenerli sani e puliti

Fino a 8 animali domestici su 10 hanno la bocca malata e questo può causare gravi patologie in tutto l'organismo. Ecco i consigli dei veterinari

Anche i pet devono lavare i denti

Hai mai pensato di lavare i denti al tuo cane? Se non l’hai mai fatto e hai un “toy dog”, cioè un cagnolino tipo barboncino, yorkie o chihuahua, stai mettendo a rischio la sua salute. La bocca è la porta dell’organismo e negli animali, più che nell’uomo che fa tutto attraverso le mani, rappresenta l’unico mezzo per spostare, mangiare, rompere, giocare. Per questo la sua pulizia è fondamentale. «I disturbi del cavo orale interessano il 70% dei gatti e l’80% dei cani maggiori di 3 anni» piega Mirko Radice, Senior President , che in collaborazione con Mars Italia promuove a maggio il Mese dell’igiene orale all’insegna dello slogan “Tu spazzoli, lui mastica”.

Sintomi e conseguenze

I padroni devono armarsi di buon senso, acquistando prodotti ad hoc per l’igiene orale degli animali, e di attenzione. I segnali-spia (molto prima dell’alitosi, che significa una sofferenza del cavo orale già molto avanzata) sono le gengive rosse, infiammate o sanguinanti e che recedono, scoprendo la radice dei denti.

Cosa possono causare i germi che entrano nella bocca dei nostri cani? «Gengiviti, retrazione gengivale e danni alle strutture dei denti, che alla lunga possono anche cadere» precisa lo specialista. Ma non solo: «i batteri possono entrare in circolo e raggiungere altri organi, come rene, cuore e fegato».

1) Dal veterinario una volta l’anno

Per vaccinazioni e richiami gli appuntamenti dal veterinario sono anche di più, ma ricorda di chiedere almeno una volta l’anno un check-up della bocca. Tenendo presente però che alcuni cani potrebbero necessitare di controlli più ravvicinati. «Esiste una predisposizione di razza alle patologie del cavo orale – conferma Radice – In cima alla classifica ci sono barboncini, yorkie, chihuahua e altri cani da borsetta».

2) Lavare i denti ogni giorno

«L’uso giornaliero di spazzolino e dentifricio è il mezzo più efficace per ridurre l’insorgenza di patologie del cavo orale. Per questo è importantissimo abituare i cani e i gatti fin da cuccioli a farsi maneggiare la bocca in maniera routinaria e quotidiana. La placca mineralizza e diventa tartaro nell’arco di 48-72 ore, quindi è importante agire ogni giorno» sottolinea Radice.

3) Controlla la sua bocca

Mentre giochi con il tuo cane o gli fai le coccole, controlla i suoi denti e soprattutto le sue gengive. L’attenzione del padrone è il primo metodo di prevenzione.

4) Acquista snack per la salute orale

Aiuta il tuo cane a mantenere gengive sane e denti forti utilizzando prodotti specificamente studiati per l’igiene orale. Esistono snack pensati proprio per questa funzione che aiutano a ridurre la formazione del tartaro fino all’80% e che, grazie alla loro forma a X, permettono di sviluppare la potenza di taglio dei denti contribuendo così a rimuovere la placca».

5) Cerca gli ingredienti giusti

«Ad esempio, il tripolifosfato di sodio e il solfato di zinco contribuiscono a rallentare il processo di formazione della placca» spiega l’esperto. Il primo «inibisce il processo di
cristallizzazione tra il calcio e il fosfato contenuti nella saliva, che formano poi il tartaro», mentre il secondo «riduce la concentrazione del calcio nella saliva». In commercio non esiste una regolamentazione su questi prodotti, quindi bisogna fare molta attenzione quando si acquistano, orientandosi su quelli con certificazioni di qualità e pubblicazioni scientifiche alle spalle.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Animali domestici: posso curarli con i miei farmaci?

Filariosi: contagio, sintomi e prevenzione in cani e gatti

Animali domestici: più della metà non li porta dal veterinario

Alimentazione del cane: consigli da seguire, errori da evitare

Chiedi un consulto