Camminata: cosa cambia tra la passeggiata “normale” e il fitwalking?

In occasione del Walking Day di Milano del 21 ottobre, scopriamo perché tutti dovrebbero praticare questa semplice (e accessibile) attività fisica

Walking Day

Parola d’ordine: camminare! Questa attività fisica, infatti, è sicuramente la più praticabile e accessibile non solo per vincere la battaglia della sedentarietà ma anche per liberare la mente dalle tensioni quotidiane e – perché no – ritrovare il proprio peso forma. Ed è per questo motivo che, dopo il successo delle precedenti edizioni, Milano torna a ospitare il Walking Day, che si terrà domenica 21 ottobre nel capoluogo meneghino. Si tratta di un evento interamente dedicato alla camminata (quindi, vietato correre!), aperto a tutti e al quale ci si può iscrivere su . Ma camminando a passo svelto di quali benefici possiamo godere? Continuate a sfogliare la nostra gallery per scoprirlo.

Camminata tradizionale vs. fitwalking

Durante il Walking Day di Milano si potrà camminare anche velocemente, come suggerisce Maurizio Damilano, campione olimpico e ideatore insieme al fratello Giorgio del
fitwalking, cioè l’espressione più dinamica e sportiva della passeggiata “normale”. Ciò che differenzia sostanzialmente la camminata tradizionale da quella “a passo svelto” è la velocità che si raggiunge con il passo: bisogna avere un andamento di almeno 6 chilometri all’ora e la dose minima consigliata è di circa 6 ore a settimana, quindi mezz’ora al dì, tutti i giorni.

Se non si può fare tutti i giorni

Se non si ha modo di camminare mezz’ora tutti i giorni, si può praticare questa attività 3/4 volte a settimana, raggiungendo almeno 40-50 minuti al dì.

Chi la può fare

Il fitwalking è una pratica semplice, sicura e accessibile tanto che può essere svolta da chiunque, dai giovani agli anziani fino a coloro che hanno patologie esercizio-sensibili.

Ecco perché fare fitwalking

Il fitwalking è alla portata di tutti, non necessita di un equipaggiamento particolare (sono sufficienti scarpe comode, adatte per la camminata), permette di stare a contatto con la natura, non ha controindicazioni, non sovraccarica la colonna vertebrale e le articolazioni, si può praticare in qualsiasi momento e non prevede alcun costo. Se vuoi conoscere tutti i benefici del fitwalking a livello fisico, clicca qui.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE

Camminata veloce: a quali controlli devo sottopormi prima?

Camminata veloce: le regole per praticarla in gravidanza

Camminata veloce: per quanto tempo devo farla per trarne beneficio?

Camminata veloce: ecco il programma per mantenersi in forma

 

Chiedi un consulto di Medicina interna