Il seitan fa davvero bene alla salute?

Molto usato dai vegani come sostituto della carne, sta diventando popolare. Ma sono diverse le persone che devono stare attente

Cos’è il Seitan

Il seitan non è altro che glutine idratato, la principale proteina del grano. Non va confuso con il muscolo di grano. In questo caso al glutine di frumento sono aggiunte farine di legumi che migliorano la composizione proteica e producono una consistenza diverse. Inoltre vengono mischiati anche aromi e spezie per renderlo più appetibile.

Il seitan contiene quindi molto proteine, ma anche buone dosi di proteine, selenio, ferro, fosforo, calcio e rame. Ha invece pochissimi carboidrati ed è praticamente senza grassi.

Molto proteico

Essendo fatto di glutine è una buona alternativa alla carne per vegani e vegetariani. Il suo contenuto di proteine è infatti del tutto equivalente alla carne di pollo o di manzo.

La differenza è che però non contiene lisina, un aminoacido essenziale. Essenziale significa che dobbiamo assumerlo attraverso l’alimentazione. Di conseguenza non ha le stesse caratteristiche della carne. Ecco perché spesso viene mangiato insieme ad altri vegetali ricchi di lisina come i fagioli.

Scopri qui quante proteine devi mangiare per stare bene 

Facile da preparare

Il suo gusto è abbastanza neutro e quindi si presta ad essere estremamente versatile. In pratica prende il gusto dei condimenti e degli altri cibi con il quale lo cuciniamo.

Ideale per i vegani allergici alla soia

La soia è considerata un cibo fortemente allergenico, ovvero che scatena allergie alimentari. Molti dei sostituti della carne per i vegani e i vegetariani sono a base di soia. Chi quindi è allergico o intollerante può scegliere il seitan.

Il seitan è un prodotto industriale

Nonostante sia spesso venduto nelle zone dei supermercati dove ci sono i cibi biologici, il seitan non esiste in natura, ma è prodotto industrialmente. Bisogna tenerne conto soprattutto se la nostra dieta non prevede le giuste dosi di frutta, verdura e cereali integrali.

Chi deve evitare il seitan

Naturalmente non deve assolutamente avvicinarsi al seitan chi è celiaco o è sensibile al glutine.

Inoltre può contenere molto sodio. Quindi deve stare molto attento chi soffre di pressione alta o di problemi ai reni.

Anche chi ha problemi intestinali deve evitare di mangiare il seitan.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Arriva l’uovo “vegano”: ecco cosa contiene e per chi è adatto

Si può far crescere un figlio solo con la dieta vegana?

Gli snack più sani secondo i nutrizionisti

Lievito nutrizionale: sai cos’è e perché dovresti mangiarlo?

Pubblicato il: 27 marzo 2018 Aggiornato il: 28 marzo 2018
Chiedi un consulto di Nutrizione