Cumino: i benefici veri e i falsi miti

Pubblicato il: 5 Giugno 2018 alle ore 11:08 Aggiornato il: 8 Giugno 2018

La spezia, ricavata dai semi della pianta Cuminum cyminum e molto usata in diverse cucine etniche, è circondata da sempre da voci che la vogliono utile contro tante malattie. Ma è tutto vero? 

Aiuta la digestione

Il suo uso più comune è quello digestivo. Diverse ricerche hanno confermato questo beneficio. ha spiegato che agisce su un enzima, accelerando la digestione dei cibi. Inoltre aumenta il rilascio della bile da parte del fegato, rendendo più digeribili i grassi e altri nutrienti.

ha evidenziato come possa dare sollievo anche contro la sindrome dell’intestino irritabile. Va però inserito quotidianamente nella propria dieta.

È una buona fonte di ferro

Un cucchiaio di cumino contiene il 18% della razione quotidiana consigliata di questo prezioso minerale. Per migliorarne l’assorbimento da parte del nostro corpo va mangiato insieme a cibi che contengono vitamina C.

Rallenta l’invecchiamento

Il cumino contiene molti potenti antiossidanti, come polifenoli e flavonoidi, che aiutano a ridurre i danni dei radicali liberi, responsabili dell’ossidazione. Lo stress ossidativo causa la maggior parte delle malattie croniche.

Promettente contro
il diabete

Alcuni studi hanno dimostrato che assumere integratori a base di cumino migliori i sintomi delle persone sovrappeso che hanno il diabete.

Il cumino, così come lo mangiamo, invece aiuta a tenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue, come dimostra .

Abbassa il colesterolo cattivo
e i trigliceridi

Anche in questo caso sono diversi gli studi che si sono concentrati su questo aspetto. ha dimostrato che assumere 75 mg di cumino due volte al giorno per due mesi faccia diminuire i trigliceridi

ha invece evidenziato come l’estratto di cumino assunto ogni giorno per due settimane abbassi del 10% i livelli di colesterolo LDL, quello considerato cattivo.

ha invece messo in luce che mangiare tre grammi di cumino mischiato allo yogurt due volte al giorno per tre mesi sia capace di aumentare i livelli di colesterolo HDL, quello considerato buono e che funge da spazzino delle arterie.

Può aiutare a perdere peso

Gli integratori a base di cumino potrebbero aiutare anche a perdere peso. , svolto però solo su 88 donne, ha dimostrato che assumerne tre grammi al giorno faccia dimagrire più velocemente.

sostiene che assumere 75 mg di cumino attraverso un integratore ogni giorno acceleri il dimagrimento. Anche in questo caso però le persone sottoposte all’esperimento erano poche.

Aiuta a prevenire le
infezioni alimentari

Diversi studi concordano nell’affermare che il cumino abbia proprietà antibatteriche, e che quindi aiuti a diminuire il rischio di infezioni alimentari. La polvere aggiunta ai cibi contrasterebbe la crescita dei batteri e di alcuni funghi.

Aiuta a combattere
l’infiammazione

Diversi composti presenti nel cumino hanno proprietà antinfiammatorie. Al momento però esistono solo studi in laboratorio, quindi non si può sapere se veramente sia utile a combattere condizioni come artrite e artrosi, anche se i risultati di queste ricerche sono promettenti.

Fonte: American Academy of Nutrition and Dietetics

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE 

Più gusto e salute con le spezie: scopri le loro virtù

Cannella: guarda i benefici di questa spezia preziosa

Colite: condimenti e metodi di cottura

Pressione alta: guarda i cibi giusti e quelli da evitare

 





Chiedi un consulto di Nutrizione